Fine del possibile. Tra l’esausto e l’esaustivo

novembre 6, 2016

Frittelli Arte Contemporanea e gruppo Quinto Alto presentano il convegno e la mostra

Fine del possibile. Tra l’esausto e l’esaustivo

12 novembre – 3 dicembre 2016

Luogo / Frittelli Arte Contemporanea

via Val di Marina 15 Firenze, tel 055 410153 info@frittelliarte.it press@frittelliarte.it

Data e orari convegno / sabato 12 novembre ore 16 – 18

Data e orari mostra / sabato 12 novembre ore 18 inaugurazione, fino al 3 dicembre lun-sab 10-19

fine

Il possibile inteso come progetto e apertura verso il futuro caratterizza il modo d’essere umano. Nel campo dell’arte e della filosofia, dopo un secolo di sperimentazione e rinnovamento dei linguaggi, si può ancora creare senso e condividere idee? L’intento di questa mostra/convegno è quello di stimolare un approfondimento delle conoscenze, senza esaurirle, mettendo a confronto in modo orizzontale alcuni punti di vista delle molteplici pratiche artistiche e filosofiche contemporanee.

“E’ sulla base di ciò che pare essere una ‘dominante’ del nostro tempo, vale a dire proprio il consumo incessante del possibile, che si può delineare un ambito di riflessione rivolto, tra l’altro, a mettere a fuoco una delle esigenze più sentite da parte del pensiero critico contemporaneo: riavviare cioè il discorso del possibile o saggiarne l’eredità dopo quello che sembra essere stato il suo esaurimento”. (Ubaldo Fadini)

Convegno / sabato 12 novembre ore 16 / relatori:

Ubaldo Fadini

Francesco Galluzzi

Maurizio Guerri

Katia Rossi

Mostra / vernissage sabato 12 novembre ore 18, visibile fino al 3 dicembre / artisti:

Massimo Barzagli

Paola Di Bello

Sophie Ko Chkheidze

Carlo Fei

Serena Fineschi

Francesco Lauretta

Franco Menicagli

Paolo Meoni

Giancarlo Norese

Cristina Pancini

Claudio Parrini

Olga Pavlenko

Takashi Yamashita

suoni

collettivo Blutwurst

Altre informazioni

Con questo convegno/mostra prende il via una serie di appuntamenti che si propongono di instaurare un dialogo intenso tra filosofi/teorici e artisti su alcuni temi la cui attualità tocca da vicino il mondo dell’arte contemporanea.

Il programma, che prevede un sito internet e una serie di pubblicazioni dal titolo “artcarnet”, è a cura di Carlo Fei.

Il progetto generale del gruppo Quinto Alto è rivolto a una riflessione articolata e approfondita sulle modalità e sui problemi dell’esperienza contemporanea. Il confronto con le tematiche più prossime non prescinde da una rivisitazione di momenti importanti della tradizione filosofica e letteraria – anzitutto , ma non solo, del Novecento – , sottratti a una considerazione meramente scolastica e riletti invece alla luce della loro possibile attualità. quintoalto@gmail.com

Annunci

Carta Carta

settembre 7, 2016

xweb

COMUNICATO STAMPA

Data: 15 -18 settembre 2016

Inaugurazione giovedi 15 settembre alle ore 17.30

Titolo: Carta Carta

Sottotitolo: Opere di artisti moderni e contemporanei eseguite su e con carta-Libri delle collane universali popolari economiche del Novecento

a cura di Outarte.com

Luogo: Ditutto Dipiù

Via del lavoro 6, Montelupo

per info_ tel: 0571.541179

cell:  3287979184

http://www.dituttodipiu.net

Trattasi di un evento culturale che prende in esame il mondo del libro, che riguarda la Collana Popolare del ‘900, in rapporto ad un certo versante delle arti visive. L’obiettivo è quello di rivisitare e attualizzare questo territorio librario e una “zona” delle arti visive (come connubio alla copertina del libro), storicamente ma anche nella sua attualità. Verranno esposte opere d’arte e libri.

ARTISTI che si confrontano con tecniche diverse, dal semplice disegno al collage, all’uso della biro, della china, all’olio o al computer e altro ancora su carta, ma anche alla elaborazione della stessa: alla modificazione attraverso tagli e innesti, alla realizzazione di una “propria” carta. Artisti che hanno creato opere appositamente per le copertine dei libri o editori che hanno attinto al mondo delle arti visive per dare l”immagine” primaria al proprio prodotto.

LCUPEN (Libri delle Collane Universali Popolari Economiche del Novecento) sono nello specifico quei libri che hanno traghettato buona parte della cultura italiana nel secolo scorso. Sono quelle collane di una certa editoria che, nel ‘900, ha dato un contributo fondamentale alla diffusione della cultura tra gli italiani, nonché del piacere della lettura in strati sociali che prima ne erano stati esclusi: in sostanza sono anche i libri che hanno fatto e fanno felici gli autodidatti!

COLLANE (tra le più note)

BUR grigia, Colip (cooperativa del libro popolare) universale economica, Club degli editori, Garzanti per tutti, Feltrinelli I Canguri, Feltrinelli Universale Economica, Einaudi Letture per la scuola media, Einaudi NUE, Einaudi PBE, Einaudi Piccola biblioteca scientifico-letteraria, I grandi scrittori della Utet, Longanesi I Libri Pocket, “Le inchieste del commissario Maigret” quattordicinale Mondadori, Mondadori Il Girasole, Mondadori La Medusa (verde e arancio), Universale Laterza, Gli Oscar Mondadori, Gli Oscar Settimanali Mondadori, Saggi Tascabili Laterza, Tasco della Sugarco.

ARTISTI

Raffaello Becucci, Vinicio Berti, Giuseppe Chiari, Primo Conti, Fabio Cresci, Elena El Asmar, Renato Guttuso, Francesco Lauretta, Ezechiele Leandro, Malipiero, Mauro Manetti, Luca Matti, Giacomo Montanelli, Gualtiero Nativi, Novella Parigini, Claudio Parrini, Mauro Pispoli, Fabrizio Plessi, Oliviero Rainaldi, Renato Ranaldi, Mario Schifano, Beppe Serafini, Gianluca Sgherri, Ardengo Soffici, Ernesto Treccani, Venturino Venturi

Nei giorni di sabato 17 e domenica 18:

– sabato 17 alle ore 17.00 presentazione del libro “Lucio Fontana. Manifesti

scritti interviste” a cura di Angela Sanna , Abscondita 2015, sarà presente l’autrice

– sabato 17 alle ore 18.00 presentazione del libro “Memento. L’ossessione del

visibile” di Pietro Gaglianò , postmediabooks 2016; interviene Lucia Giardino, sarà presente l’autore

– domenica 18 alle ore 17.00 intervento critico dal titolo “arte e copertina

nei libri economici popolari”, di Francesco Galluzzi e Claudio Parrini

– domenica 18 alle ore 18.00 presentazione del libro “Sono innamorata di

Pippa Bacca. Chiedimi perché!” di Giulia Morello , Castelvecchi 2015, sarà presente l’autrice e Rosalia Pasqualino di Marineo

Outarte
Iscrizione Camera Commercio 641344
P.IVA 06596790482
Responsabile Prof. Claudio Parrini
info@outarte.com
www.outarte.com

 

Incontro

maggio 11, 2016

3

FILARETE ART STUDIO

Via Bellini 29 Empoli (FI)

VENTURINO VENTURI CLAUDIO PARRINI

Incontro

a cura di Lucia Fiaschi

Inaugurazione

sabato 14 maggio 2016 ore 18,00

Si inaugura sabato 14 maggio 2016 alle ore 18.00 la mostra d’arte dal titolo “INCONTRO Venturino Venturi Claudio Parrini” presso Filarete art studio di Empoli. La mostra curata da Lucia Fiaschi, realizzata insieme all’Archivio Venturino Venturi presenta una serie di sculture, dipinti e grafiche dei due artisti: che vanno da opere storiche, come il bronzo di Venturino del 1949, alle ultime xilografie di quest’anno di Parrini. Un incontro che vede intrecciarsi le poetiche dei due artisti sul filo della risoluzione formale legata al mondo dell’infanzia, dell’inconscio e della libertà creativa. La scelta delle opere, avvenuta a fianco della curatrice, dall’artista e dal direttore della galleria Mauro Manetti, ha come nucleo comune i temi della forma primaria, dell’archetipo e dell’indagine sulla semplicità e spontaneità nell’uso del segno, del colore e della materia. Questa esposizione è la prima, di una serie che Filarete ha in programma, che ha come spirito il legame con la “tradizione”; nel senso di affiancare il lavoro di un Maestro -un classico-, in questo caso Venturino Venturi (1918-2002), a quello di un artista contemporaneo Claudio Parrini (1963), che sono entrambi accomunati da valori e ricerche espressive affini. La mostra sarà accompagnata da un catalogo.

http://www.archivioventurinoventuri.com/

http://www.parrini.net/

La mostra rimarrà aperta fino al 16 giugno 2016

Orario dal lunedì al venerdì 17,00-19,00

gli altri giorni su appuntamento

Per informazioni contattare: info.filarete15@gmail.com

Piano inclinato alfa

aprile 8, 2016

piano inclinato alfa

COMUNICATO STAMPA

mostra d’arte contemporanea

07-08 maggio 2016

Ditutto Dipiù

Montelupo Fiorentino

Titolo: Piano inclinato alfa -LAVORO.arte.filosofia.opensource.politica.coworking-

a cura di Outarte.com

Luogo: Ditutto Dipiù

Sede Montelupo Fiorentino (Firenze) – Via del lavoro, 6
Tel. 0571.541179 – Cell. 331.9483045 – Cell. 3287979184 – Cell. 3351671513
Email: montelupo@dituttodipiu.net

data: 07-08 maggio 2016

orari: Orario di apertura: 9.30/13.00 – 15.30/19.30

Questa mostra è composta da due sezioni: un dibattito aperto nel giorno di sabato 7 (ore 16.30/18.00), di carattere teorico-seminariale, che vede l’incontro di diverse figure e approcci attorno alla parola “lavoro”: un critico d’arte, David Bianco; due filosofi, Ubaldo Fadini e Lorenzo Poggi; due informatici esperti di Linux, Giomba e Giulio; un politico Dario Parrini; un fondatore di una rete di coworking Michele Magnani; due moderatori, Francesco Galluzzi e Claudio Parrini. La forma scelta per questo incontro è quella del talk, del botta e risposta -dove il termine lavoro verrà analizzato, in maniera più sciolta e accessibile al pubblico, nelle sue svariate declinazioni, connotazioni, sfumature e intrecci. L’altra sezione è costituita e articolata semplicemente ‘senza titolo’, ‘senza tema’, per così dire, dalla esposizione (inaugurazione sabato ore 18.00) del lavoro di ogni singolo artista presente, invitato a proporre le proprie opere, “il proprio lavoro” e basta (quindi trattasi di un confronto abbastanza secco e casuale, forse con un accenno “spartano” ovvero di limitato all’essenziale, ma questo è nelle intenzioni, nello spirito di Outarte.com). Artisti: Simone Armelani, Raffaello Becucci, Federico Bucalossi, Barbara Fluvi, Francesco Gnot, Franco Marra, Murat Onol, Claudio Parrini, Mauro Pispoli, Maurizio Rossi, I Santini Del Prete, Alberto Salvetti, Tatiana Villani.

I Santini Del Prete: performance dal titolo “Dipiù Ditutto”, sabato 7 alle ore 16.00.

Tatiana Villani: dalle ore 16.30/18.30 della domenica 8 maggio performance “Happy BDay”, siete invitati tutti a partecipare. Per i due giorni dell’evento sarà visibile anche il progetto “Ma tu dove abiti?”.

Murat Onol: perfomance dal titolo “Dhikr #001-Lavoro”, domenica 8.

Barbara Fluvi: performance dal titolo “66 anni e 7 mesi”, domenica 8. Dalle ore 17.00 alle ore 18.00 progetto “artiste à vèndre”.

Con la partecipazione di Associazione Golem (gruppo linux empolese), media partner Orme Radio (web radio)

ImBESTIAliti dall’arte

settembre 18, 2015

Comunicato stampa:

dal 3 al 4 Ottobre 2015

presso “Ditutto Dipiù”, Montelupo fiorentino (Firenze), via del Lavoro 6

orario di apertura: dalle 10,00 alle 13,00, dalle 15,30 alle 20,00

ImBESTIAliti dall’arte”

un progetto di Raffaello Becucci

a cura di Raffaello Becucci e Claudio Parrini

opere di Raffaello Becucci, Claudio Parrini e Gianluca Sgherri

ed oggetti d’arredo, quadri, stampe, sculture, ninnoli, giocattoli e quant’altro sul tema degli animali e “dell’animale” nella cultura popolare, selezionati dai magazzini di “Ditutto Dipiù” e collezioni private

con la collaborazione di outarte (www.outarte.com)

il giorno 3 e 4 Ottobre, si terrà nella sede di “Ditutto Dipiù”, a Montelupo (Firenze), l’evento espositivo “ImBESTIAliti dall’arte”, un progetto/mostra/mercatino che ha come tema centrale quello sul rapporto tra varie forme di espressioni artistiche, artigianato, oggettistica “popolare” e l’universo degli animali. Una mostra che è, prima di tutto, uno spazio di condivisione, e non solo di esposizione, di dialogo aperto al confronto per cogliere alcuni aspetti di un argomento vasto quanto articolato, nella cospicua raccolta di ninnoli, dipinti, statue, giocattoli e quant’altro, selezionati dai magazzini di “Ditutto Dipiù”, ed esposti secondo il modello delle famose “wunderkammer” , raccolte di memorie e meraviglie, stranezze, oggetti rari e curiosi, prototipo di quell’idea tutta moderna di esposizione e di “mostra”…

Da questo nasce l’idea del progetto, una riflessione tra arte e diffusione “popolare” di essa, e come questo si riflette sull’esegesi e il significato dell’animale: un tema che si perde negli anfratti della storia e che ritorna oggi come non mai, se teniamo conto della forza che l’effige delle bestie provoca ed evoca nella nostra memoria, sopratutto sul piano simbolico, mitologico, sacro, morale, filosofico, ma anche visionario, inconscio, onirico, leggendario,..

Parlare e lavorare sugli “animali” prelude la riscoperta di una dimensione sommersa del nostro essere: il tema si perde in tanti studi, e il suddetto progetto è l’occasione ancora una volta per fare chiarezza sull’argomento, gettando sulla piazza espositiva altre domande pe avere altre risposte, così da cogliere il senso di questo nella sua dimensione più “popolare”, non soltanto in maniera culturale ma anche economica (nella vendita, appunto, di oggetti per uso domestico, caratteristica peculiare dei mercatini e di “Ditutto Dipiù”).

Gli animali sono la nostra forza ribelle, sono l’urlo e la tenerezza, sono il coraggio e la “sopravvivenza”, sono il “selvatico” (in senso filosofico), ma anche la cura, la conoscenza (qui occorre aprire una parentesi nell’antropologia di certe culture, dove l’animale viene visto sotto forma di sacra deità…). Ma oltre a questo, il progetto pone sotto i riflettori anche il gioco sull’essere “animale”, nella creatività più semplice e pulita, disincantata e libera da certe ingombranti “ingessature”, come quando da bambini si passava ore a disegnare strani animali, compagni di giochi, amici immaginari ed intimi confessori…

Per approfondire ancora di più, all’interno di questa curiosa “wunderkammer” animalesca, gli artisti Raffaello Becucci, Claudio Parrini e Gianluca Sgherri esporranno una selezione di opere sul tema, che si incastoneranno con effetto tra i tanti oggetti. Così il bestiario visionario di Raffaello Becucci, con piccoli disegni ad inchiostro e caffè realizzati su carta su tavola, in cui emerge quel senso di inconscio e irrazionale capace di risvegliare certe immagini interiori, in un gioco sottile ad incastri di suggestioni, citazioni, simboli e strane allegorie, ispirate queste ai bestiari medievali e alle stampe popolari antiche. Invece Claudio Parrini, propone dipinti giocati sul filo sottile della memoria, cani ritratti con semplicità lineare, come fossero dei graffiti rupestri, mentre Gianluca Sgherri adotta una visione lievemente più astratta (nel senso di astrarsi dalla realtà?), in tele composte da linee e forme spezzate, paesaggi fantasmagorici abitati da piccole presenze, farfalle, insetti, come apparizioni magiche…

Inoltre sabato 3 Ottobre dalle 17,00, verrà allestito, all’interno dello spazio della mostra, un incontro aperto al pubblico dal titolo “Animali e territori. Un’immagine…” con la partecipazione di Ubaldo Fadini (docente di filosofia morale all’università di Firenze) e Francesco Galluzzi (critico d’arte e di cinema, docente all’accademia di belle arti di Carrara).

Per maggiori informazioni:

telefono: 0571.541179 cellulare: 3319483045 3287979184 3351671513

email montelupo@dituttodipiù.net.

xweb

Collettiva alla Fornace Pasquinucci -Capraia e Limite FI-

marzo 4, 2013

FP_AvventuraSguardo_invito

comprare arte!

gennaio 12, 2013

Oh, va bene c’è la crisi economica mondiale… ma forse proprio ora in un periodo di degrado umano abbiamo bisogno di cose vere, semplici… è il momento di comprare e usufruire OPERE D’ARTE, proprio perché abbiamo bisogno di emozioni vitali. Quindi compriamo cultura per felicitarsi e abbandonarsi al bello… compriamo libri, quadri, sculture, poesie, film, video… appendiamo, leggiamo, guardiamo…

h

Claudio Parrini personale: “Network, Pittura”

gennaio 5, 2013

mostra personale di arte contemporanea di Claudio Parrini

DATA: venerdi 11 gennaio 2013 fino al 25 c.m

LUOGO: TEATRINO DEI FONDI – Corrazzano (PI)

Si inaugura venerdi 11 gennaio 2013 alle ore 18.00 (fino al 25 c.m) nel Teatrino dei Fondi a Corrazzano di Pisa, la mostra personale dell’artista Claudio Parrini dal titolo “Network, Pittura”, Teorie e pratiche di arte comunitaria e individuale (opere 1994-1999).

La mostra è composta da tre video che documentano tre work in progress, di arte compartecipativa, e una quindicina di dipinti su tela e su tavola. Queste opere sono state realizzate negli anni che vanno dal 1994 al 1999 e sono riferibili a pratiche ed espressioni di arte comunitaria e individuale: essere artista come gruppo e come singolo, il fare arte insieme e da soli, la Rete e la Pittura. “In questo arco di tempo il mio lavoro ha visto articolarsi e compenetrarsi vari ambiti comunicativi e modalità di elaborare forme di arte: progetti interattivi telematici, arte e TV, arte condivisa, testi, letture, seminari, convegni, video, interventi pubblici e altro, incentrati sempre sull’analisi dell’autore collettivo e dell’opera d’arte diffusa, da un lato; dall’altro, la pittura, nella sua forma più intima, lirica e solitaria -il disegno e il quadro”.

invito cartaceo della mostra fatto da Cristiano Minelli grafico d.o.c
invito cartaceo della mostra fatto da Cristiano Minelli grafico d.o.c
Angelo Italiano verso il cielo...

Angelo Italiano verso il cielo…

... dove si vedranno i video

… dove si vedranno i video

l'arte è dappertutto ma dappertutto dov'è?

l’arte è dappertutto ma dappertutto dov’è?

In collaborazione con Centro per la Fotografia dello Spettacolo Catalogo Titivillus Mostre Editoria

info mostra :

Teatrino dei Fondi, Quaranthana, Teatro Comunale di San Miniato.Via Zara, 58 Corrazzano (PI) Tel 0571462825/35 Fax 0571462700 www.teatrinodeifondi.it info@teatrinodeifondi.it

Orario: la mostra sarà visitabile durante gli orari di apertura serale del teatro in concomitanza con gli spettacoli dalle 21.00 alle 23.00

Claudio Parrini solo-show in Mantova 05-20 may 2012

giugno 12, 2012

Claudio Parrini solo-show in Mantova

“Le figure delle passioni”: CLAUDIO PARRINI e GIACOMO DARA

marzo 30, 2012

COMUNICATO STAMPA

– arte e poesia contemporanea –

“Le figure delle passioni”: CLAUDIO PARRINI e GIACOMO DARA
Sabato 14 aprile 2012 dalle ore 17.00 alle ore 23.00

Luogo: Casa del Popolo CONTEMPORANEA, via Senese Romana , 132, cap 50053, Brusciana Empoli (FI) Tel: 0571-931859 Mail: cbrusciana@gmail.com

Il 14 aprile 2012, la Casa del Popolo Contemporanea di Brusciana è lieta di presentare “Le figure delle passioni”, un incontro speciale tra la pittura di Claudio Parrini e la poesia di G Dara. Saranno esposte dieci opere recenti dell’artista interpretate e recitate dal poeta, a seguire l’ultima opera teatrale del gruppo FIL. Per l’evento Parrini produrrà una stampa xilografica con una poesia di Dara, del quale si potranno anche vedere alcuni suoi libri. Un’occasione per incontrare e conoscere i due artisti, che per la prima volta incrociano con semplicità e senza effetti spettacolari le loro esperienze.

ALLE ORE 17.00… SI SVOLGERA’ LA MOSTRA PERSONALE DEL PITTORE CLAUDIO PARRINI.
ALLE ORE 21.30… GIACOMO DARA INTERPRETERA’ POETICAMENTE I QUADRI ESPOSTI.
ALLE 22.00… IL GRUPPO FIL ( Felicità Interna Lorda) reciterà l’ultima loro opera: LA CURA DEL NOSTRO PAESE.

CLAUDIO PARRINI è nato a Vinci nel 1963, vive e lavora a Milano e in Umbria.
Il mio lavoro ha come aspetto principale il comunicare la risoluzione di ogni esperienza in pittura… ho realizzato questi lavori incollando (su tele da me preparate a gesso oppure acquistate già preparate o già dipinte e rimbiancate, o su cartoni da imballo e masonite) pezzi di quadri dipinti da altri pittori su vari supporti con varie tecniche; comprati a poco prezzo o trovati nelle discariche… poi sono intervenuto, prevalentemente con la pittura ad olio, sia sulla tela bianca che sui pezzi di dipinti incollati… una caratteristica dei dipinti è l’inserimento di due o più lettere, tipo BEN, CAM, AS…, senza un significato preciso, dipinte in alto sulla destra del quadro…

GIACOMO DARA è nato ad Empoli nel 1958 e vive a Certaldo.
Qualche tempo fa, mi chiesero seriamente, a che punto fossi a proposito del vecchio problema dell’immortalità dell’anima, risposi scherzando, riempiendo d’autoironia una panda, in sintesi, così: -L’importante è credere, in cosa è questione di gusti-, certo, io credo e il mio modo è la poesia, uno stile povero, istintivo; insomma, dal mio credere nasce la mia scrittura con le sue diverse sperimentali tonalità… per me fare poesia è aprire le porte del desiderio e il mio abbandono diviene, proprio per questo, totale, una richiesta assoluta, o, per dir meglio, richiesta di ASSOLUTO… io credo di essere sempre stato fedele ad Empoli, il luogo che mi ha fatto crescere e che ho fatto crescere, alle sue Campagne, alle Piazze, ai Vicoli stretti, alle Case coi pianerottoli ingombri di biciclette, alle Case del Popolo, alle Vetrerie, alle Confezioni…

Il FIL ( Felicità Interna Lorda )
Nasce nel 2005 nella chiesina sconsacrata di Certaldo in Borgo Garibaldi, nasce per rendere la Poesia più masticabile e più digeribile… è composto dal pavesiano GABRIELE CIACCI da Poggibonsi, dalla luziana NICLA CRESTI da Firenze e dal leopardiano DESIDERIO BRACALENTE